A.N.F, L’avvocato dipendente e i sans papier: una realtà che non può più essere ignorata

L’avvocato in regime di mono-committenza è un tema che l’Associazione Nazionale Forense porta avanti sin dal 2010; otto anni, in occasione di un evento tenutosi a Firenze, l’A.N.F parlò per la prima volta dei sans papier (espressione utilizzata per descrivere la realtà dei colleghi ai quali gli studi professionali presso i quali lavorano forniscono loro la stanza, il computer, finanche il codice civile ( o quello penale) e la carta su cui scrivere.

L’argomento, oggi, e finalmente, è di attualità. Ha ispirato progetti di legge della scorsa legislatura che riprendono in larghissima parte i contenuti elaborati quando la legge ordinamentale del 2012 aveva ancora le sembianze di un disegno di legge.

L’A.N.F., dopo la conferenza di Bari del 2017 e il suo congresso di Palermo di quest’anno, presenta la sua proposta sull’avvocato dipendente in vista del XXXIV Congresso Nazionale Forense, che si celebrerà a Catania nei giorni 4, 5 e 6 ottobre prossimi.

Nel corso del consiglio nazionale, tenutosi a Roma il week end scorso, l’A.N.F. ha licenziato la proposta da illustrare all’avvocatura, alla politica e al legislatore…

L’Avvocato dipendente: la proposta A.N.F. per il Congresso Nazionale Forense di Catania 2018